Strategie per vendere oggetti d’arte in contanti: massimizza il valore della tua collezione

Possedere una collezione d’arte è un’esperienza gratificante, sia dal punto di vista estetico che finanziario. Se arriva però il momento di vendere, può essere complicato capire come ottenere il massimo valore per i tuoi pezzi. Vendere oggetti d’arte non significa solamente liberare spazio, diversificare un portafoglio o raccogliere fondi per nuovi progetti, ma condividere una storia, dei valori, delle esperienze.

Se non si ha familiarità con il mercato dell’arte, il rischio di una svalutazione è quindi alto; per questo, adottare strategie per massimizzare il valore della tua collezione risulta essere fondamentale.

1 1 Strategie per vendere oggetti d'arte in contanti: massimizza il valore della tua collezione

Come individuare il valore dei tuoi oggetti d’arte

Il primo passo per vendere oggetti d’arte, o una collezione, è determinarne il valore. Ma in che modo? Prima di tutto, è cruciale capire la differenza tra i termini valutazione e stima: una valutazione non è giuridicamente vincolante e spesso si basa su opinioni; una stima, invece, è un processo chiaramente definito in cui un esperto valuta le opere d’arte in modo indipendente e senza interessi, venendo pagato per i suoi servizi.

Una valutazione professionale deve perciò essere accompagnata da un’ampia relazione scritta, che include dettagli della catalogazione, le note di provenienza e le condizioni, nonché il valore appropriato dell’oggetto. Detto ciò, è bene sapere che esistono tre diversi tipi di valori associati alle stime:

  1. il valore di mercato equo: fornisce un’opinione su quanto l’opera sarebbe venduta in un determinato momento tra parti pienamente informate;
  2. il valore di sostituzione al dettaglio: può essere più elevato e viene utilizzato principalmente a fini assicurativi. Riguarda il costo effettivo per la sostituzione di un’opera d’arte;
  3. il valore di mercato: è il valore equo di mercato meno le spese di vendita. Dovrebbe essere utilizzato quando i beni devono essere divisi, in quanto i costi di transazione potrebbero risultare elevati.

I valori delle opere d’arte possono rimanere abbastanza stabili, ma possono anche cambiare rapidamente. Dipende ovviamente dal mercato così come da altre circostanze. Prima di procedere con una vendita, quindi, è fondamentale aggiornare regolarmente le proprie valutazioni a seconda del tipo di collezione e delle necessità.

2 1 Strategie per vendere oggetti d'arte in contanti: massimizza il valore della tua collezione

Dove vendere la tua collezione

Dopo aver determinato il valore della propria collezione, si avvia il vero e proprio processo di vendita. Si sa, le cose belle attraggono e attirano clienti, motivo per cui è fondamentale presentare i propri oggetti d’arte in modo professionale per aumentare il valore percepito.

Bisogna poi capire dove e come vendere la propria collezione, a seconda delle proprie esigenze. Ad esempio, puoi rivolgerti a un acquirente privato, un metodo che può richiedere più tempo ma che ti permette di ottenere un prezzo conveniente. Non si tratta ovviamente dell’unica opzione, infatti è possibile affidarsi a:

  • gallerie d’arte: possono aiutarti a vendere la tua collezione a un pubblico di collezionisti, sebbene spesso prendono una commissione elevata sulle vendite;
  • aste: sono un ottimo metodo per ottenere un prezzo elevato per la tua collezione. Tuttavia, il processo di vendita all’asta può essere lungo e complicato;
  • vendita online: ad oggi, esistono diverse piattaforme che permettono di vendere collezioni d’arte direttamente ai compratori. Non sempre però raggiungere un pubblico ampio risulta semplice;
  • negozi dell’usato: i negozi dell’usato possono essere un’opzione conveniente per vendere la tua collezione d’arte, soprattutto se si vuole ricevere un compenso in contanti. Scegliere un negozio che abbia esperienza nella vendita di oggetti d’arte è però fondamentale per ricevere un’ottima valutazione.

Le alternative, come abbiamo visto, sono molte. La scelta migliore dipenderà dalle tue esigenze specifiche, da ciò che cerchi e ti aspetti. L’importante è prendersi il tempo necessario per decidere e valutare tutte le opzioni, scegliendo infine quella più vantaggiosa.

3 1 Strategie per vendere oggetti d'arte in contanti: massimizza il valore della tua collezione

Vuoi vendere i tuoi oggetti d’arte? Comprotutto.store è la soluzione

Dal 1970 ci occupiamo di valutare e acquistare mobili usati, oggetti vintage e collezioni d’arte. Siamo a tua completa disposizione per aiutarti a ottenere il massimo valore per ogni tuo oggetto. Perché sceglierci? Esperienza, professionalità e trasparenza sono i nostri valori, per cui, se stai pensando di vendere la tua collezione d’arte, non esitare a contattarci!